Ognuno è perfetto

Ognuno è perfettoNella lotta contro la malattia di Parkinson è fondamentale muoversi perché le terapie esclusivamente farmacologiche non sono sufficienti. L’Associazone Parkinson di Rovigo, che aiuta le persone ammalate e i loro congiunti, utilizza ogni tecnica, persino il canto corale, per mettere il corpo in movimento e affrontare uno dei grandi problemi dei parkinsoniani, mantenere l’equilibrio.

I nemici degli ammalati di Parkinson sono due: il divano e la televisione. Quindi vieni fuori, ammalato, dillo ai tuoi amici, non nascondere a te stesso e agli altri quali sono i tuoi problemi. Vieni in associazione, fai movimento. Non vincerai, perché nessuno vince oggi la malattia di Parkinson, ma giocherai bene.

Attività motoria

La performance si svolge durante l’iniziativa “Ognuno è perfetto”, una giornata di condivisione, organizzata dal Centro Servizi per il Volontariato di Rovigo.

Vogliamo superare lo stigma che spesso abbiamo nei confronti dei disabili, superare tanti preconcetti, tanti pregiudizi che abbiamo verso i disabili e mostrarci un po’ al pubblico.

Garantire autonomia e diritti alle persone con disabilità, questa è la missione del CSV, in una provincia a forte vocazione soladaristica, Le attività delle asssociazioni sono presentate al pubblico e alle scuole: spettacoli teatrali con la compagnia “I buoni e i cattivi”. Quadri e ceramiche, perché per le associazioni che si occupano di disabilità, l’utilizzo dell’arte è fondamentale.

L’arte, sia dal punto di vista della produzione di oggetti, sia dal punto di vista proprio della realizzazione artistica, intesa come rappresentazione del mondo interiore, è una delle chances che utilizziamo molto spesso.

Questa voce è stata pubblicata in In evidenza. Contrassegna il permalink.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>