Sinapsina III

Sinapsina IIIUn’equipe internazionale di scienziati, coordinati dalla professoressa Arianna Bellucci, docente presso il Dipartimento di Farmacologia dell’Università di Brescia, ha determinato un ruolo di una proteina, la sinapsina III, nelle persone con Parkinson. Dall’analisi dei risultati di una ricerca effettuata sui topi è emerso che i soggetti, deprivati della sinapsina III, non presentano lo stesso accumulo di alfa-sinucleina, un’altra proteina, nei corpi di Lewy all’interno dell’area cerebrale chiamata “substantia nigra”, meccanismo tipico del Parkinson. Questa scoperta induce a credere che la sinapsina III svolga un ruolo rilevante nell’insorgenza della malattia. Per ora è troppo presto per parlare di sviluppi clinici, tuttavia i ricercatori italiani sono soddisfatti per i risultati raggiunti e ottimisti sulle prospettive che si aprono. Per approfondire:

https://www.parkinson.it/nuove-scoperte/sinapsina-iii-un-nuovo-bersaglio-per-terapie-anti-parkinson.html

Questa voce è stata pubblicata in In evidenza. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.