Il metodo Pilates

PilatesIl metodo Pilates è un programma di esercizi che si concentra sui muscoli posturali, quelli che aiutano a tenere il corpo bilanciato e sono essenziali a fornire supporto alla spina dorsale. Gli esercizi di Pilates fanno acquisire consapevolezza del respiro e dell’allineamento della colonna vertebrale, elemento molto importante per l’equilibrio posturale. Con questo metodo di allenamento non si rinforzano solo gli addominali, ma si rinforzano anche le fasce muscolari più profonde vicino alla spina dorsale, cioè tutti i muscoli connessi all’addome, ai glutei, agli adduttori della zona lombare. Gli esercizi devono essere fluidi e perfettamente eseguiti, devono inoltre essere abbinati ad una corretta respirazione. Sono stati provati i benefici del Pilates per i malati di Parkinson, rilevando che l’esecuzione di esercizi sotto forma di routine, coordinando i movimenti in modo ritmico e consecutivo, aiuta a contrastare i problemi di coordinazione correlati al Parkinson. L’esecuzione di esercizi di Pilates permette di utilizzare in maniera conscia e volontaria un enorme numero di fibre muscolari, svolgendo un ruolo determinante nel miglioramento del tremore sia a breve che a lungo termine. Il Pilates prevede la massima concentrazione in ogni esercizio, la mente presiede il movimento di ogni singola parte del corpo, il cui baricentro è visto come centro di forza e di controllo. La fluidità dei movimenti di tutto il corpo si accompagna alla precisione con la quale ogni movimento deve essere eseguito. La respirazione deve essere sempre ben controllata e deve seguire un determinato ritmo, perfettamente adatto ad ogni singola sessione di esercizi. L’esecuzione di movimenti eseguiti singolarmente, o collegati gli uni con gli altri, porta a movimenti più veloci, più armonici e più precisi e risulta utile per contrastare la lentezza che caratterizza la persona affetta dalla malattia di Parkinson.

Questa voce è stata pubblicata in In evidenza. Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.