E io, come loro…

e-io-come-loro-01

Lacrime sul viso non so fermare; corrono da sole, nascono sul cuore, fioccano in gocce una dopo l’altra, ciliege della vita. Fatico a respirare, aggrovigliata matassa tirata e rovesciata, piegata e attorcigliata, bagnata di sudore, sfinita e spettinata. Amico dolore, rallenta per favore, non ti ho invitato e ti devo accettare! Mi devi rispettare! Per l’avvenire vai a dormire.

 

Questa voce è stata pubblicata in Colonna B e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

I commenti sono chiusi.